Il Vesuvio

Posted | 0 comments

   

Ci scusino l’Etna, il Kilimangiaro e il Fujiyama, ma il Vesuvio è da secoli il vulcano più famoso e più raccontato del mondo. Reso celebre dall’eruzione che nel 79 d.C. distrusse Pompei e Ercolano.
Era meta irrinunciabile sul classico itinerario del Gran Tour. Nel 1880, il Vesuvio viene reso accessibile da una funicolare che affronta gli ultimi quattrocento metri di dislivello. “Funiculi funiculà”, una delle canzoni napoletane più note celebra proprio la funicolare, che opravvissuta alle eruzioni del 1906 e del 1929 venne spazzata via dall’eruzione del 1944. Oggi per salire al cratere, occorre camminare per 20 minuti. Lasciati l’auto o il pullman alla fine della strada si sale per un polveroso viottolo che taglia i ripidi pendii di fronte a un panorama sempre più vasto verso il Monte Somma, le lave del 1944, Napoli e il mare, Ischia e Capri.
Oltre il cancello che precede la vetta, si è accompagnati dalle spiegazioni di una guida. Nulla però può preparare il visitatore alla voragine che, compare improvvisamente alla vista quando si raggiunge il cratere.
Il Vesuvio si può raggiungere in pullman da Pompei.

Clicca per visualizzare il percorso su Google Maps