Country House


Per chi preferisce il soggiorno direttamente a Palinuro, è disponibile la Country House “LEONARDO”, situata nella località “Isca delle Donne” in una zona tranquilla con veduta panoramica verso la collina della Molpa.

Dalla country house è possibile raggiungere a piedi la cittadina di Palinuro, e altrettanto comodamente si possono raggiungere un ristorante, un grande supermercato e una macelleria.

L’appartamento interno alla country house è composto da una sala d’entrata dotata di angolo cottura realizzato in muratura e decorato con mosaici e alcune piastrelle in tecnica tiling . In questa sala è presente un televisore. Nel bagno della country house, anch’esso realizzato con lavori a mosaico, è presente una doccia ed è fornito un asciugacapelli.

La camera da notte si trova al piano superiore, al quale vi si accede attraverso una scala in legno, quì vi trovano spazio un letto matrimoniale e un letto singolo.

Il piano superiore essendo una mansarda con il sottotetto in legno ricorda una baita.

L’area esterna è attrezzata con tavolo e sedie, un grande ombrellone e un forno a legna.

La costruzione da cui è stata ricavata, con una sapiente opera di restauro, la country house risale almeno all’800 ed era utilizzata come alloggio di campagna per i contadini che si recavano a coltivare le terre circostanti.

Esternamente la struttura ha conservato la sua originale e caratteristica struttura in pietra, adattandosi così perfettamente all’area rurale che la circonda, in cui sono presenti alcuni alberi da frutto e un vecchio pozzo.

Di fianco alla struttura è anche presente un vecchio forno per il pane, restaurato, che ricorda quelli presenti negli scavi di Pompei.

In origine la costruzione custodiva al suo interno un vecchio torchio per il vino, attualmente conservato nella saletta antistante il forno in attesa di restauro e di adeguata collocazione in una sede più adeguata.

 

Isca delle Donne

Il nome “Isca delle Donne” che identifica questa località di Palinuro deriva dal termine latino medievale “isca” significa “isola”: il riferimento era alle isole di limo che si formavano dopo una piena del fiume, che essendo molto fertili erano (e sono ancora oggi) utilizzate per la coltivazione di ortaggi. Questa Isca, che confina con il fiume Lambro, aveva la particolarità di essere coltivata da donne, ed ecco l’origine del nome “Isca delle Donne”.

La Molpa

Nella foto il sito archeologico della Molpa, la città posta alla foce di due fiumi storici, Lambro e Mingardo, e collocata a quota 130 metri sul livello del mare. La città fu distrutta da Belisario, generale bizantino, nel 547, e di essa restano due ruderi che corrispondono al castello e alla chiesa parrocchiale di S. Giuliano.